Messina, Lo Presti contro Accorinti: troppi esperti, nomine illegittime

lo presti e sturnioloVentiquattro esperti a titolo gratuito costituiscono un’anomalia, specie se si considera l’assenza di curricula al conferimento degli incarichi: la denuncia viene dalla consigliera comunale Nina Lo Presti. L’esponente del consesso civico accusa il sindaco, Renato Accorinti, di essersi mosso al di fuori dei canoni normativi, attribuendo incarichi a professionisti esterni senza aver valutato prima le eventuali risorse a disposizione dell’Amministrazione all’interno di Palazzo Zanca.

In tal senso, l’ex esponente di Cambiamo Messina Dal Basso ha redatto un’interrogazione indirizzata non soltanto al primo cittadino e al segretario generale, ma anche alla Corte dei Conti e al Collegio dei Revisori del Comune di Messina, evidenziando la necessità di valutare la congruità delle nomine, “nonché l’insussistenza di una delle cause di inconferibilità e incompatibilità“. Infine si chiede una verifica di eventuali rimborsi spese.