Messina, mercati cittadini. Coro unanime di Accorinti e Panarello: un investimento senza precedenti

Sono stati presentati stamane, a Palazzo Zanca, i progetti sul futuro dei mercati cittadini. L’assessore Panarello rivendica i meriti della Giunta e parla di uno sforzo unico

patrizia panarelloNel corso di una conferenza stampa che si è svolta oggi a Palazzo Zanca, il sindaco, Renato Accorinti, e l’assessore al Commercio, Patrizia Panarello, presenti la consigliera Nora Scuderi, presidente della terza Commissione, e Orazio Scandura, tecnico comunale del dipartimento Manutenzione Immobili, hanno illustrato i prossimi progetti di manutenzione dei mercati cittadini e l’impiego dei seicentomila euro destinati dal Consiglio comunale alle aree mercatali.

L’obiettivo dell’Amministrazione comunale, in sinergia col Consiglio, – ha sottolineato il sindaco Accorinti – è rivalutare il settore dei mercati e rilanciarli nell’ottica di chi presta la sua opera all’interno ma anche dei fruitori dei servizi attraverso la realizzazione di interventi manutentivi”. “Per quanto riguarda la situazione complessiva della manutenzione dei mercati cittadini – hanno aggiunto l’assessore Panarello e il funzionario comunale Scandura – fino ad oggi sono stati impegnati circa 53 mila euro, utilizzati per i mercati Ittico, Sant’Orsola, Vascone e Muricello; altri fondi sono necessari per l’appalto integrato previsto per la progettazione del mercato Zaera. A tal proposito lo scorso mercoledì 18 marzo è stata inoltrata alla Cassa Depositi e Prestiti richiesta di devoluzione mutuo. Inoltre 600 mila euro sono stati destinati dal Consiglio comunale ai mercati e serviranno 450 mila per la manutenzione straordinaria del Muricello e 150 mila per il mercato Ittico per la delocalizzazione degli operatori del mercato Zaera. In totale l’Amministrazione ha destinato circa due milioni di euro per i mercati cittadini, cifra mai prevista finora in questo settore: è il segnale tangibile dell’attenzione riservata al decoro che si vuol dare ai mercati, incentivando le attività in essi presenti. Un ulteriore aspetto fondamentale è la raccolta differenziata, che partirà a fine aprile al mercato Vascone, col contributo di Messinambiente, dei vigili urbani e di Save (CNR, Università), in collaborazione con gli assessorati al Commercio e all’Ambiente”.