Messina, Fondazione Horcynus Orca: presentata la “lunga stagione”. Tutti gli appuntamenti da Marzo a Settembre

fondazione horcynus orcaParte a marzo per concludersi a settembre, la programmazione artistica e culturale della Fondazione Horcynus Orca con il sostegno di Fondazione di Comunità di Messina. Una lunga stagione che Gaetano Giunta, presidente della Fondazione Horcynus Orca, il direttore artistico dell’Horcynus Festival Franco Jannuzzi, responsabile della sezione cinematografica “Arcipelaghi della Visione”, e i direttori artistici delle sezioni teatro e musicaMassimo Barilla (“Migrazioni tra terre e mare”) e Giacomo Farina (“Musica Nomade”) hanno presentato martedì 17 marzo, alle ore 11.15 al Feltrinelli Point di Messina.
Musica nomade - Festival delle musiche contemporanee del Mediterraneo.
Il primo appuntamento è in programma il 21 marzo e apre un ciclo di cinque concerti. Gli ospiti sono fra i più accreditati nel settore jazz italiano. Si esibiranno al Parco Horcynus Orca, nella sala intitolata allo scrittore Vincenzo Consolo (membro del Comitato Scientifico della Fondazione) per la sezione “Musica Nomade – Festival delle musiche contemporanee del Mediterraneo” diretta da Giacomo Farina, organizzata in collaborazione con Talento Dinamico.La sezione ha avuto un prologo l’1 febbraio, ancora nella sala Consolo, con il concerto del duo Cigalini-Zanisi.
Apre il cartellone il concerto di Giuseppe Milici Trio, il 21 marzo. Milici, armonicista di fama internazionale, proporrà un repertorio dedicato al tango.
Il 27 marzo il grande sassofonista Francesco Cafiso, in duo con Mauro Schiavone al piano, presenta la sua ultima produzione discografica, “3”.
Il 30 aprile suona il più apprezzato chitarrista jazz siciliano, Francesco Buzzurro.
Il 16 maggio si esibiscono Melo Mafali e Antonio Oliva con il progetto “Percolator”, in bilico tra etnica e musica elettronica.
Ultimo appuntamento il 22 maggio, con il duo Dario Deidda e Giovanni Amato, per un affascinante esperimento in chiave jazz di basso e tromba.
Tutte le serate avranno inizio alle ore 21.00.
In occasione dei concerti saranno visitabili gratuitamente, tra le 17.00 e le 20.00, le sale della Torre degli Inglesi, dedicate ad alcuni artisti presenti nel Fondo d’Arte Contemporanea Mediterranea della Fondazione (nucleo del nascente museo Macho).
A disposizione del pubblico anche le interfacce interattive per consultare l’intero archivio d’arte presente nel Fondo.