Messina, nuovo caso di malasanità? Il paziente si ristabilisce e viene dimesso, ma muore pochi giorni dopo

Giuseppe Russo è morto sabato scorso. Ricoverato in gravi condizioni presso l’ospedale santagatese, l’uomo era stato dimesso in appena cinque giorni. I parenti non ci stanno e si recano in Procura

ambulanza 6Potrebbe essere l’ennesimo caso di malasanità: Giuseppe Russo, 69 anni, residente a Sant’Agata di Militello era stato ricoverato l’11 marzo scorso presso l’ospedale locale. All’arrivo nella struttura sanitaria, l’uomo denunciava un quadro clinico complesso, presentando una chiara insufficienza respiratoria, enfisema polmonare, nonché una cardiopatia ipertensiva dispnea.

Dimesso cinque giorni dopo il ricovero per essersi ristabilito, l’uomo avrebbe dovuto effettuare – secondo i medici – semplici controlli di routine nelle settimane a venire. Non c’è stato il tempo: non appena rientrato a casa, Russo si è accasciato sul divano, svenendo e finendo in coma. Un embolo polmonare lo ha stroncato sabato scorso, causando dolore e sconcerto fra i parenti. Questi hanno deciso di presentare un esposto al Tribunale di Patti per far luce sulla mesta vicenda. Al loro congiunto sarebbe stato dato via libera per il rientro nonostante il paziente continuasse ad avvertire forti dolori al petto e allo sterno.