Messina, Accorinti difende i vertici del Teatro: “nessuna anomalia”

teatro vittorio emanueleRenato Accorinti difende i vertici del Vittorio Emanuele e rispedisce al mittente l’offensiva ingaggiata dalla consigliera Nina Lo Presti. L’esponente consiliare fuoriuscita da CMdB aveva invocato l’intervento della Regione e dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione, evidenziando le lacune emerse in termini di trasparenza nell’ascesa di Maurizio Puglisi e del sovrintendente Antonino Saija. Il sindaco, che aveva ricevuto una richiesta di chiarimenti dall’assessore regionale Cleo Li Calzi, ha difeso l’establishment dell’Ente Teatro, rilevando – per Palazzo Zanca – l’assenza di ragioni d’incompatibilità.