Messina, Accorinti a Bologna per le vittime di mafia

accorinti 4 novembreDomani, sabato 21, il sindaco, Renato Accorinti, parteciperà a Bologna alla “XX Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime della mafia”, promossa dalle associazioni Libera e Avviso Pubblico e patrocinata dalla Regione Emilia Romagna, dalla Città Metropolitana e dal comune di Bologna. La Giornata della Memoria e dell’Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie. Circa 900 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti solo perché, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere. Il programma dell’evento prevede alle ore 7 di domani, sabato 21, l’arrivo delle delegazioni partecipanti da tutta Italia per i quali saranno organizzate delle navette dalla Stazione centrale allo Stadio “Dall’Ara”; alle 9.30, il corteo sfilerà per le vie della città per giungere a Piazza VIII Agosto, dove dal palco di lettura saranno ricordati i nomi della vittime del “Rapido 904”, delle stragi di Bologna del 2 agosto 1980 e di Ustica del 27 giugno 1980, alla presenza di alunni delle scuole cittadine e con gli interventi di familiari delle vittime, dei presidenti delle associazioni Libera e Avviso Pubblico, e a quello conclusivo di Don Luigi Ciotti, saranno liberati in cielo tanti palloncini bianchi quanti il numero delle vittime il cui nome è stato letto. Dopo il pranzo offerto ai parenti delle vittime a Palazzo Re Enzo, nel pomeriggio dalle 15 alle 21, si svolgeranno seminari tematici sui diversi aspetti del tema mafie, con mostre, presentazioni di libri e video in vari punti della città, al Museo della Memoria, alla Stazione di Bologna, al Teatro Testoni, al cinema Lumière e si concluderanno alle ore 21, alla sala Salmon del Teatro Arena del Sole, dove sarà messa in scena la commedia “Panni sporchi cose da femmini”, a cura dell’Associazione di promozione sociale Zonafranca.