Lupa Roma-Reggina 3-1, Foti getta la spugna: “mi vergogno, mi vergogno di me stesso e di tutto”

lillo fotiDopo l’ennesima sconfitta, pesante, sul campo della Lupa Roma, il Presidente della Reggina Lillo Foti, duramente contestato nel corso del secondo tempo dai tifosi assiepati nel settore ospiti ha chiuso la squadra negli spogliatoi, ha stoppato ogni possibile rammarico dei calciatori sui torti arbitrali e ha intimato a mister Alberti e ai calciatori di non permettersi di concedersi ai microfoni dei giornalisti. “Il responsabile sono io e andrò io a rispondere alle loro domande“.

fotiPoi è arrivato ai microfoni di Rocco Musolino di Radio Touring e ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “siamo responsabili noi, l’arbitro non c’entra, non accetto giustificazioni di questo tipo. Io mi vergogno, mi vergogno di me stesso e della Reggina, mi vergogno di tutto. Questa squadra non ha limiti, ha la presunzione e la supponenza di chi pensa che tutto gli sia dovuto. Tutti pensano ai loro diritti ma non hanno coscienza dei loro doveri. Non abbiamo niente a cui possiamo rammaricarci, serve – se qualcuno ce l’ha, e io ce l’ho per primo – il coraggio e la coscienza di dire che siamo responsabili di quello che abbiamo visto. Sono cosciente di quella che è la realtà e di quelli che sono i problemi, sta diventando scontare una pena, la sto scontando con grande determinazione e con grande voglia per cercare ancora di tenere in piedi una società, quindi un’azienda. Ognuno dice la sua, tutti siamo bravi, ma la realtà vera è questa: intorno a me vedo tante chiacchiere, pochi fatti. In qualche maniera ne usciremo, l’importante è uscirne a testa alta. Oggi non siamo stati capaci nemmeno di questi. Ho detto alla squadra e al mister che nessuno si permetta di parlare, rispondo solo io perché sono il primo responsabile e mi assumo tutta la responsabilità. Le parole non servono. E’ giusto, per educazione, rispondere alla stampa, ma non ci sono parole. Gli altri, il mister e i ragazzi, non hanno titolo e diritto di parlare. Sono arrabbiato prima di tutto con me stesso e con quelle situazioni che sto vivendo in quest’ultimo periodo. Sono ancora qui solo per il senso della responsabilità, un senso che però sarebbe da condividere con altri. Mi rendo conto però di avercela solo io. Adesso vedremo cosa bisogna fare“.

Scommetti con William Hill ed ottieni un bonus di 100 euro

william hill logo