Lungomare di Siderno (Rc): “c’è solo l’impegno della provincia. E dei 200 mila euro promessi dalla regione?”

siderno lungomareContinuano ad essere veicolate notizie  che disorientano l’opinione pubblica in relazione alla vicenda del lungomare di Siderno. Il tentativo di rimarginare la grande ferita che la natura ha inferto ad uno dei tratti belli del litorale locrideo, nei fatti,  ha registrato il solo l’impegno dell’Amministrazione provinciale. L’Ente guidato da Giuseppe Raffa,  che non ha alcun tipo di competenza sull’intervento in questione, ha deliberato  l’utilizzo  di un finanziamento di 313 mila euro per aiutare il Comune di Siderno i cui vertici, a causa della nota situazione di bilancio,  hanno manifestato perplessità e difficoltà nella gestione diretta   del contributo.

E siccome per l’Ente intermedio la politica del fare è più importante dei propositi, delle promesse e delle parole, il Presidente Raffa, di concerto con la  sua struttura tecnico – amministrativa,  ha coinvolto  i consorzi di bonifica “ Alto Ionio “ e “Basso Ionio”. Sono state le maestranze  di questi due enti, nell’ambito del budget proveniente dal bilancio provinciale, ad eseguire l’opera di difesa parziale e di messa in sicurezza di alcune parti del sito. Al completamento dell’intervento manca solo il riempimento, con l’uso di  materiale sciolto, a ridosso dei gabbioni già ultimati per ripristinare e rendere agibili  i trecento metri  di  sezione stradale interessata ai lavori. La Provincia, dunque, ha agito nel rispetto degli impegni assunti con i cittadini di Siderno.  C’è da dire, infine,  che  i duecento mila  euro promessi dalla Regione Calabria per un ulteriore  ripristino dei luoghi  sono rimasti una mera lettera d’intenti tra  la stessa Regione e il Comune,  nella quale  si ipotizzava  anche  il coinvolgimento della Provincia   nell’utilizzo  di tale somma. Soldi che sono  rimasti una semplice promessa, considerato che non esiste alcun atto formale relativo al finanziamento.