Immigrazione, Salvini: “il Cara di Mineo andrebbe chiuso oggi stesso”

Cara di MineoIl Cara di Mineo andrebbe chiuso oggi stesso” perche’, per il leader della Lega, Matteo Salvini, oggi nel catanese per un blitz davanti ai cancelli del centro di accoglienza nella bufera, i nervi scoperti sono tanti. Li elenca in una lunga intervista al quotidiano La Sicilia. Partendo dal fatto che “per mantenere questi ‘villeggianti’ a Mineo si spendono 150 mila euro al giorno“. E poi, sul filo con “Mafia Capitale“, e’ certo che “li’ dentro“, fra “appalti poco trasparenti” e “assunzioni di favore“, ci sia davvero “qualcuno che ci guadagna un sacco di soldi” in modo “losco“. A chi gli ricorda che il Cara fu un “regalo di Maroni” risponde: “Doveva essere momentaneo e l’hanno fatto diventare eterno“, ricordando “quanti voti prende li’ l’Ncd“. Con annesse bordate sul ministro Angelino Alfano (“il peggior ministro dell’Interno della storia, un burattino di Renzi“) e sul sottosegretario Giuseppe Castiglione (“un poverino, e’ in difficolta’ e spara a caso“).