Immigrazione, Alfano: “67mila migranti in strutture”

Foto LaPresse/Reuters

Foto LaPresse/Reuters

“Nella strutture di accoglienza ci sono 67mila immigrati a fronte di 60 milioni di abitanti. Facciamo quattro conti: se ciascun comune degli 8.000 presenti facesse fino in fondo la sua parte, sarebbe un carico sostenibile quello degli immigrati”. Così il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ospite a Omnibus, in onda su La7.

Alfano torna dunque sulla necessità di “una grande alleanza con la comunità internazionale per stabilizzare la Libia” (“Rispetto alle chiacchiere della Lega come comunità occidentale andiamo in Libia e stabilizziamo il Paese, troviamo così un interlocutore”, aveva detto poco prima) ma anche “creare campi profughi direttamente in Africa” con l’aiuto di interlocutori in loco.

Proprio dai campi potrebbe essere fatto lo “screening preventivo”. Ovvero, spiega il ministro, “chi ha diritto all’asilo verrebbe mandato in uno dei paesi europei, secondo il principio di equa distribuzione, senza status di rifugiato invece non verrebbe dato il permesso di partire”.