Il Consiglio Regionale della Calabria, il 30 marzo si riunisce per modificare lo Statuto

Palazzo-Campanella-Regione-CalabriaIl consiglio regionale della Calabria si appresta ad approvare in seconda lettura le modifiche allo Statuto. Il provvedimento arrivera’ in Aula il prossimo 30 marzo e determinera’ l’abolizione del consigliere “supplente”. Accanto a questo verra’ introdotta la figura del consigliere “delegato” su singole materie, abolito il vincolo di nomina di assessori “esterni” al consiglio regionale e aumentato il numero degli assessori: il presidente Mario Oliverio potra’ nominarne fino a un limite massimo di sette. Ma attenzione alle sorprese. Una volta avvenuta la pubblicazione del nuovo Statuto regionale sul Bollettino ufficiale della Regione Calabria si dovranno attendere novanta giorni, termine messo a disposizione dei calabresi perche’, ove nelle forme e nei numeri previsti, qualcuno chieda che si vada a referendum sul nuovo Statuto. Il referendum popolare sulle modifiche alla “carta costituzionale” calabrese, tra le altre cose, puo’ essere chiesto anche qualora ne faccia richiesta un quinto dei componenti del consiglio regionale ovvero sei rappresentanti tra i trenta che attualmente siedono a Palazzo Campanella.