Il Comune di Palmi accanto ai Marò detenuti in India

Massimiliano La Torre e Salvatore Girone sono i militari della marina militare che avevano ucciso per sbaglio due pescatori al largo della costa indiana

MARO': A ROMA MASSIMILIANO LATORRE E SALVATORE GIRONECon delibera di Giunta Comunale n° 41 del 2015, il Comune di Palmi ha aderito all’iniziativa promossa dall’Amministrazione di Terranova da Sibari, esprimendo la vicinanza della Città ai due fucilieri di Marina italiani del Battaglione San Marco Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Com’è noto, i militari sono stati arrestati dalla polizia indiana, già imbarcati sulla petroliera italiana Enrica Lexie come nuclei militari di protezione, e accusati di aver ucciso due pescatori imbarcati su un peschereccio indiano il 15 febbraio 2012 al largo della costa del Kerala, stato dell’India sud occidentale.

Il caso internazionale – si legge in delibera – ha assunto ormai contorni inquietanti in considerazione del fatto che ad oggi le Autorità indiane non sono state in grado di formulare un capo d’imputazione chiaro nei confronti dei militari italiani” e che gli stessi “sono, di fatto, trattenuti da circa 3 anni in India con una forma irrazionale di detenzione preventiva in attesa di giudizio che non ha, probabilmente, precedenti nel diritto internazionale”.

Per questo motivo, l’Amministrazione Comunale di Palmi ha ritenuto di dover condividere l’iniziativa lanciata dal Comune di Terranova da Sibari, che “vuole essere un attestato di solidarietà a due servitori dello Stato, che non sono stati messi in grado di esercitare i loro più elementari diritti di difesa all’interno di un processo equo”.

“Lo scopo della delibera – ha affermato l’Assessore proponente Giuseppe Saletta, coadiuvato dal Comandante della Polizia Locale Francesco Managò – è quello di sensibilizzare il Governo nazionale ad impegnarsi al massimo affinché siano tutelati i diritti dei due marò, vero e proprio simbolo delle carenze del diritto internazionale e preoccupante spia del calante prestigio della nostra Nazione. È per questo che abbiamo ritenuto di aderire all’idea lanciata dal Sindaco di Terranova, dando mandato alla Responsabile dell’Area Cultura dott.ssa Maria Rosa Garipoli di realizzare una gigantografia con l’immagine dei militari da collocare all’ingresso di Palazzo San Nicola”.

Il Consigliere Comunale Antonio Papalia ha espresso il proprio plauso all’iniziativa: “Si tratta – ha dichiarato – di un atto concreto di solidarietà, utile a ricordare costantemente i nostri connazionali trattenuti lontano dalla loro Patria e vilipesi da istituzioni straniere che ne violano i diritti. Del resto, accanto alle necessità della nostra Città, l’amministrazione comunale ha il dovere di interessarsi costantemente alle tematiche di rilievo sovracomunale e di esaltare i valori fondanti dello Stato”.