Foggia-Messina 2-0, le pagelle di StrettoWeb. Nessuna sufficienza tra i giallorossi

LaPresse/Cafaro Gerardo

Rullo © LaPresse/Cafaro Gerardo

La 30^esima giornata del girone C di Lega Pro è un altro boccone amaro da digerire per i tifosi giallorossi. Il Messina impatta con la sesta sconfitta consecutiva, ed alla luce dei risultati delle dirette concorrenti adesso è lontano 7 lunghezze dall’ultima posizione utile per la salvezza diretta, mentre vede accorciarsi il vantaggio sulla Reggina ultima in classifica (che espugna 1-0 il campo di Aversa). Le speranze di salvezza sembrano ormai scomparse, la scure dei play-out si abbatte sui giallorossi che adesso devono necessariamente far punti nella prossima gara interna contro il Cosenza per non dover scoprire l’incubo della retrocessione diretta.

Ecco le pagelle dei giallorossi:

Berardi, voto 5,5 Ancora una volta “vittima” dei suoi compagni di squadra, no può nulla sui due gol di Sarno.

Rullo, voto 4 Sistematicamente saltato con facilità dall’ispirato Sarno, sicuramente uno dei punti deboli della retroguardia giallorossa.

Altobello, voto 4,5 – Si addormenta in occasione dei due gol.

Pepe, voto 4,5 – Anche lui, come il suo compagno di reparto, si rivela inadeguato nei momenti decisivi del match. Per lo meno, questa volta, la sua partita non è terminata anzitempo.

Nigro, voto 5,5 – Schierato difensore centrale per necessità tenta di fare del suo meglio, ma anche la sue disattenzioni sono state determinanti nei due gol del Foggia.

Izzillo © Furrer

Izzillo © Furrer

Damonte, voto 5 – Tenta di darsi da fare in mezzo al campo ma spesso alterna buone giocate ad altre inspiegabilmente scellerate.

Izzillo, voto 4 – Mai entrato in partita. Oscurato da Quinto e Agnelli che sanno bene come presenziare nel centro del campo.

Spiridonovic, voto 5,5 – Uno spiraglio di luce tra l’oscurità dell’undici biancoscudato, la sua partita termina al 27^esimo per infortunio. Sfortunato.

Bonanno, voto 5 – Il giovane giallorosso tenta dar manforte alla causa ma senza ottenere risultati.

Orlando, voto 5 – Pressa, quasi a tutto campo, gli avversari ma di palloni giocabili non ne ha mai avuti.

Corona, voto 5 – Ha l’occasione di lanciare a rete Orlando in azione di contropiede ma sbaglia la misura del suggerimento, non è da lui.

Corona © Furrer

Corona © Furrer

Di Costanzo, voto 5 – Impossibile poter trovare delle colpe nel neo tecnico giallorosso. Le tante assenze imponevano delle determinate scelte. A fine gara commenta il match con esemplare obiettività riconoscendo la sterilità del gioco della sua squadra ma riponendo fiducia nel proseguo del torneo per lo spirito dei calciatori che a suo dire hanno davvero dato il massimo. Possiamo solo augurarci che la sua disamina sia lungimirante.

Scommetti con William Hill ed ottieni un bonus di 100 euro

william hill logo