Filcams Cgil Reggio: “revocato lo sciopero del 16 marzo dei lavoratori del Punto Services”

filcams-cgil al rettoratoE’ stato revocato il 12/03/2015 lo sciopero proclamato dalla Filcams Cgil Reggio Calabria- Locri di tutti i lavoratori che sono impegnati nell’appalto di pulizie del Comando Provinciale Della Guardia di Finanza di Reggio Calabria. L’azienda per cui i lavoratori prestano servizio, la Punto Services Srl di Rocelletta di Borgia (CZ) ha saldato solo ieri, alla vigilia dello sciopero, le retribuzioni dei mesi di dicembre 2014, 13ma mensilità e gennaio 2015. Resta tuttavia aperto lo stato di agitazione aperto poiché a breve scadrà il termine per il pagamento della mensilità di febbraio 2015. “Siamo intervenuti immediatamente per garantire il reddito delle lavoratrici” – ha dichiarato Samantha Caridi segretario generale Filcams Cgil – e continueremo a vigilare sulla puntualità nella corresponsione delle prossime mensilità. La Punto Services si sta ormai da mesi rendendo inadempiente nei confronti dei lavoratori non solo nell’appalto della Guardia di Finanza ma anche in altri appalti della nostra Città tra cui il servizio di pulizia del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria nonché dei lavoratori che fino allo scorso anno prestavano servizio presso l’appalto di pulizie dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Innumerevoli le denunce avviate anche presso l’Ispettorato del Lavoro di Reggio Calabria in cui l’azienda ha dapprima conciliato con i lavoratori il pagamento rateale delle somme dovute a titolo di spettanze di fine rapporto per poi non rispettarne i relativi accordi. Lavoratori che si trovano nello stato di dover attendere adesso la scadenza delle rate per poter rivendicare nelle sedi competenti le loro spettanze. Come Filcams saremo sempre a fianco ai lavoratori e metteremo in campo fin da subito, tutte le azioni necessarie al fine di ottenere il riconoscimento di tutti i diritti ai lavoratori che nonostante tutto, con grandissimi sacrifici, continuano sempre a svolgere regolarmente la loro preziosa attività lavorativa”.