Ennesimo incidente tra Reggio e Villa S.G.: quanti incidenti e quante vittime provocheranno i lavori del ponte di Gallico? [FOTO]

Poche ore fa un sinistro tra Reggio e Villa ha visto protagonista una Smart incolonnata per i lavori nei pressi di Gallico Si trovava per ultima in fila con le frecce d’emergenza attivate quando un’altra autovettura sopraggiungeva e la tamponava

BodyPart 1Giornata piovosa, lavori in corso, asfalto non dei migliori e segnalazioni inefficienti, ed i risultati sono questi: di poche ore fa un incidente che ha visto protagonista una Smart incolonnata per i lavori del ponte di Gallico. Si trovava per ultima in fila con le frecce d’emergenza attivate quando un’altra autovettura sopraggiungeva e la tamponava facendola finire sul veicolo più avanti, provocando ingenti danni e fortunatamente soltanto lievi ferite agli occupanti. Infatti quel tratto è diventato pericolosissimo: il rettilineo autostradale di Gallico è preceduto in entrambi i sensi di marcia da due curvoni che non permettono l’immediata visibilità di un’eventuale coda generata dai lavori in corso. Ciò peggiora in caso di scarsa visibilità come oggi a causa del maltempo.
La segnalazione dei lavori e del doppio senso di marcia sulla carreggiata sud infatti inizia troppo tardi. Inoltre il doppio senso di marcia su un’unica corsia potrebbe provocare anche incidenti frontali, dovuti a sbandamento dei veicoli o anche tragici errori che possono sempre accadere nell’incanalarsi sulla corretta corsia. Il tutto passa da due svincoli, quello nord e quello sud di Gallico che intasano ulteriormente il tratto, costringendo a pericolose immissioni in autostrada. Considerando che i lavori riguardano il ponte lato nord che al momento è stato completamente eliminato per essere rifatto e presumibilmente una volta sistemato verrà distrutto anche il lato sud, ci si domanda quanto i tempi biblici di durata dei lavori che hanno reso celebre la Salerno-Reggio Calabria dovranno arrecare disagi, incidenti e vittime, paralizzando il traffico. In Giappone in una settimana si costruiscono grattacieli e ponti di km, ma da noi come sempre c’è qualcuno che dietro deve specularci oltre la lunga burocrazia senza scrupoli.