Drapia (VV): cane ucciso e impiccato davanti alla casa di un noto avvocato

Intimidazione nei confronti dell’avvocato Mario Bagnato: indagini in corso

CarabinieriUn macabro atto intimidatorio indirizzato all’avvocato Mario Bagnato, uno stimato professionista, membro del direttivo della Camera penale di Vibo Valentina, già sindaco del comune di Drapia (VV): a riportare la notizia stamane, La Gazzetta del Sud. Un povero cane, un cucciolo di pastore maremmano di sette-otto mesi, dopo essere stato barbaramente ucciso, legato ad una catena e appeso, impiccato, è stato fatto trovare di fronte al cancello di casa dell’avvocato, che in passato è stato impegnato in diversi processi di mafia, difendendo anche esponenti di spicco delle cosche locali.

La famiglia di Bagnato, non essendo in casa al momento dell’accaduto, è stata subito allertata dai Carabinieri di Tropea, guidati dal capitano Francesco Manzone, che per primi si sono accorti di quanto stava succedendo, impegnati in una normale pattuglia di perlustrazione del territorio di Drapia.

Le indagini adesso si stanno muovendo su più fronti, dall’intimidazione ad un macabro gesto dovuto, probabilmente, alla presenza massiccia sul territorio di cani randagi.