Crotone: evasione fiscale nel settore immobiliare, società non dichiara ricavi per 750.000 euro

Nonostante la regolare registrazione di tali atti, la società non ha ottemperato agli obblighi dichiarativi

Guardia di FinanzaI finanzieri della Compagnia di Crotone, nell’ambito dell’attività di servizio volta al contrasto dell’economia sommersa, hanno recentemente ultimato un controllo nei confronti di una società di capitali operante nel settore immobiliare, constatando l’omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali per i periodi d’imposta 2012 e 2013.

I ricavi conseguiti in tali anni e non dichiarati ammontano ad € 750.000.

L’impresa in argomento è stata selezionata dopo un accurata analisi di rischio, effettuata mediante incrocio degli elementi informativi contenuti nelle banche dati in uso alla Guardia di Finanza.

Da questa specifica attività, in particolare, è emersa la presenza di vari rogiti stipulati con privati acquirenti della prima casa di abitazione.

Nonostante la regolare registrazione di tali atti, la società non ha ottemperato agli obblighi dichiarativi, ricorrendo alla presentazione del modello Unico solo dopo l’avvio delle operazioni ispettive, ben oltre il termine ultimo consentito dalla normativa vigente.

Le Fiamme Gialle crotonesi hanno ricostruito il complessivo giro d’affari aziendale integrando l’esame della contabilità con riscontri presso clienti e fornitori.

Considerato il superamento della soglia d’imposta evasa, il rappresentante legale della società è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Crotone perché ritenuto responsabile del reato di omessa dichiarazione, in relazione al quale è stata formulata anche proposta di adozione del sequestro preventivo per equivalente, misura cautelare a garanzia del credito erariale.