Cerami (En): sequestrato un fucile nel parco dei Nebrodi, denunciato il proprietario

fucilesequestratoDurante le attività di controllo e vigilanza del territorio che giornalmente svolge il Corpo di Vigilanza nel Parco dei Nebrodi è stato rinvenuto, nei giorni scorsi, un fucile carabina sovrapposto  nel Comune di Cesarò all’interno del’area protetta (zona B)  dove insiste il divieto assoluto di introdurre armi. In particolare gli agenti della zona di vigilanza  di Cesarò, in sopralluogo in alcuni luoghi sensibili di quel territorio del Parco, nell’insospettirsi per alcuni movimenti di autovettura hanno iniziato un’attività di controllo investigativa che ha portato al ritrovamento di un fucile abbandonato. Risaliti al proprietario, il Magistrato ha subito disposto l’immediato sequestro del fucile e la denuncia a piede libero. Nell’occasione si è potuto contare sulla collaborazione e supporto fornito dai Carabinieri del Comando di Cesarò. Sull’operazione il Presidente del Parco, Giuseppe Antoci ha voluto esprimere i suoi complimenti al Comandante del Corpo di Vigilanza, Ignazio Digangi e agli agenti della zona di vigilanza di Cesarò in quanto grazie alla loro  attività garantiscono ogni giorno il presidio del territorio ed  il rispetto della legalità all’interno del Parco.