Basket A2 Silver: la Viola supera l’esame di maturità, assalto ai playoff!

Viola 1LEGNANO-VIOLA 85-89

LEGNANO – Krubally 27, Frassineti 12, Arrigoni, 10 Di Bella 17, Merchant 6, Petrucci 5, Maiocco 8, Turano, Locci, Battilana, Gastoldi, Navarini.

VIOLA – Deloach 13, Rezzano 9, Rossi 8, Rush 11, Ammannato 26, Casini 9, Azzaro 2, Lupusor 6, Spissu 5, De Meo

Continuità. E’ la parola d’ordine in casa Viola, che dopo un blackout di alcune partite è ritornata al successo al PalaCalafiore contro Imola dimostrando di aver ritrovato forma e fiducia. La Viola ambisce alle prime posizioni in classifica, i playoff sono l’obiettivo da provare a raggiungere. Tutte le partite da qui alla fine del campionato vanno affrontate come fossero una finale.

LA CRONACA – I padroni di casa partono con Krubally, Frassineti, Arrigoni, Di Bella e Merchant, la Viola risponde con Rossi, Rush, Deloach, Ammannato, Rezzano. Primo canestro realizzato da Ammannato che finalmente sembra essere tornato nella forma ottimale, Merchant risponde con una tripla per il primo vantaggio Legnano. Entra nel match Rezzano che comincia a bombardare dalla lunga e ancora Ammannato sotto canestro firma il +7 (5-12). Il pericolosissimo Krubally trova con facilità la via del canestro e riequilibra l’incontro. La marcatura stabilita da Benedetto fa soffrire la Viola della lunga distanza che torna sotto di tre lunghezze. Ammannato è un leone e anche dalla lunga ha la mano calda per il nuovo vantaggio ospite, il match prosegue sull’equilibrio per tutte il primo periodo fino al 27-22. Il secondo quarto comincia con il solito Ammannato che non lascia scappare i padroni di casa con un gioco da tre punti, errori da una parte e dall’altra, Casini da tre e Spissu accorciano a -1. Primo canestro per Azzaro e nuovo vantaggio neroarancio poi anche Lupusor entra in campo con la giusta voglia e cattiveria. Il match prosegue sul filo dell’equilibrio con un canestro da una parte e uno dall’altra, fino a quando Deloach non decide di cambiare passo. Casini prova ad allungare ma all’ultimo secondo un canestro di Di Bella manda le squadre all’intervallo sul punteggio di 45-46. Nella ripresa primo canestro per Krubally, Rush dimostra maggiore classe con una tripla; Marchant sbaglia da tre punti, Deloach fa lo stesso. Le due squadre si alternano dalla lunetta, Rush non lascia scappare i padroni di casa: al 27′ è -1 . Sorpasso con Rezzano e coach Ferrari costretto a chiamare timeout. La Viola dalla lunetta non sbaglia e il terzo quarto termina 68-68. Spissu perde l’ennesimo pallone, Legnano lo punisce da tre punti. Tanti errori da una parte dell’altra, Casini è efficace da due punti per il nuovo controsorpasso. Quando il pallone pesa, il giovane Lupusor si dimostra all’altezza realizzando un canestro importantissimo; Deloach allunga a +4 con una tripla (75-79). Casini forza troppo da tre, Legnano accorcia a -1. Negli ultimi minuti continua l’equilibrio, giocate importanti da una parte e dall’altra. Negli ultimi minuti la Viola è perfetta e vince 85-89.

IL COMMENTO FINALE: Missione compiuta e prova di maturità superata. Una Viola eroica passa con un grande finale di gara a Legnano e si candida come protagonista per raggiungere i playoff. Adesso si torna al PalaCalafiore contro Roseto per continuare a sognare. Un sogno chiamato playoff.