Barcellona P.G: toto sindaco, i nomi non finiscono mai

elezioniIl tempo stringe sempre di più, e partiti, forze, gruppi, singoli, aggregati e via dicendo sono impegnati in questo tour de force non previsto per un mese di maggio che sarebbe dovuto trascorrere in serenità. Ma i giochi,  riaperti in seguito alla sfiducia al sindaco Maria Teresa Collica, stanno componendo la partita. Tutti parlano un pò con tutti, chi piu’ chi meno, si incrociano veti, parentele e perplessità dei singoli personaggi politici. Ma il frutto dei vari “j’accuse” non sono certo i contenuti, ma antipatie e simpatie che nascono non da programmi ma da rivalse personali. Ma veniamo alla cronistoria aggiornata ad oggi. L’unica certa al momento è Maria Teresa Collica, pronta a rimettersi in gioco dopo aver ricevuto la sfiducia. Roberto Materia (deciderà nelle prossime ore), Giuseppe Sottile, Candeloro Nania, ex sindaco per dieci anni della città, Antonietta Amoroso, Giovanni Mazzù, Niki Marzullo, Nincola Barbalace e Fabio Battista: questi gli altri nomi più gettonati. Insomma giochi ancora aperti su tutti i fronti.

Barcellona Pozzo di Gotto necessita di forze nuove e avulse a qualsiasi condizionamento ambientale, capaci di non dividere il territorio per appartenenze o campanilismi ma di operare al rilancio socio-economico dell’intera città a prescindere dai “casati” di appartenenza .

Nel frattempo sorelle, fratelli e simpatizzanti degli attuali papabili per la poltrona di sindaco già battono il territorio a tutto spiano contando le reali preferenze di cui godono i propri beniamini. D’altronde si sa nella politica, quella vera, contano i numeri e non i buoni propositi.