Aversa-Messina 1-1, le pagelle di StrettoWeb. Berardi è super. Nigro, guizzo decisivo

Nigro - foto © Furrer

Nigro – foto © Furrer

Come fu nella gara di andata al “S.Filippo” il Messina non va oltre l’1-1 contro l’Aversa Normanna. Al di là del risultato, che resta positivo a metà, l’aspetto confortante della trasferta del “Bisceglia” è la prestazione complessiva della squadra che finalmente ha lottato col giusto piglio e una sufficiente organizzazione tattica. Ancora tanti errori sotto porta e le solite amnesie difensive, ma contro i campani dell’ex giallorosso Sasà Marra i biancoscudati hanno certamente dato il massimo, e ai punti  avrebbe meritato qualcosina in più.

Ecco le pagelle dei giallorossi:

Berardi, voto 7 – Diciamoci la verità, il rigore battuto da De Vena era una facile preda. Ma il il riflesso sul tentativo di tap-in è stato da gran portiere.

Silvestri, voto 6,5 – Se da più di una stagione ha un posto fisso in nazionale Lega Pro un motivo c’è. Ordinato, sempre sicuro, spreca però una ghiottissima occasione per battere il suo amico Ettore sullo 0-0.

Pepe, voto 5 – Tra i quattro della linea difensiva è apparso spesso in affanno. Ingenuo nel concedere spazio a Mangiacasale e rovinargli addosso provocando il calcio di rigore.

Stefani, voto 6 – Rientrato dopo due turni di squalifica sembra aver imboccato la giusta strada per tornare ad essere il vero punto di riferimento della retroguardia.

Benvenga, voto 5,5 – Propositivo nel primo tempo quando la squadra gioca bene sugli esterni. Si spegne nella ripresa concentrandosi nella fase di contenimento.

Izzillo - foto © Furrer

Izzillo – foto © Furrer

Damonte, voto 5,5 – Un piccolo passo in avanti rispetto le recenti prestazioni, giocare accanto all’esperto Mancini lo ha certamente aiutato.

Izzillo, voto 6,5 – Il migliore in campo fino al 60^esimo. Inserimenti, assist, conclusioni da lontano.  Il giovane centrocampista sardo appare molto più a suo agio quando agisce a ridosso delle punte.

Mancini, voto 6 – Manca un’ottima occasione in avvio di gara. Offre un assist al bacio sprecato malamente dal compagno di reparto. Lotta finché ha minuti nelle gambe poi è costretto a mollare. Importante presenza in mezzo al campo.

Nigro, voto 7 – Tanta corsa e presenza in mezzo al campo. Ringhia sui portatori di palla e al momento giusto trova l’incornata vincente per agguantare il pari.

Cane, voto 4,5 – Nella migliore prestazione collettiva delle ultime settimane l’ex Barletta stecca la prova. Poche discese sulla fascia, tanti errori in fase di impostazione e un giallo rimediato per il troppo nervosismo.

Orlando, voto 6 – Autentica spina nel fianco della difesa granata. Riesce a far reparto da solo e in più di un’occasione sfiora il vantaggio. Da un suo diagonale velenoso sul primo palo nasce il corner che porterà al pareggio di Nigro.

Di Costanzo, voto 6,5 – Il 4-5-1 impostato dal mister può far pensare ad una squadra rinunciataria. In realtà nel calcio i numeri relativi allo schieramento contano poco e il suo Messina in versione anti-Aversa mette in campo il giusto atteggiamento che trasforma una formazione speculare in un assetto propositivo, ordinato nei reparti e con il baricentro alto come non si vedeva da troppo tempo.