Vibo Valentia, operazione “uniti nella truffa”: arrestato sindaco Loielo [FOTO & DETTAGLI]

L’incandidabilità era scattata dopo che l’Amministrazione comunale presieduta da Loielo era stata sciolta nel 2012 per presunte infiltrazioni mafiose
Loielo

Romano Loielo, sindaco di Nardodipace, è coinvolto, insieme ad altre quattro pesrone, all’operazione ‘uniti nella truffa’. Il politico era a capo dell’amministrazione sciolta per infiltrazioni mafiose nel febbraio 2011. Lo scioglimento era stato confermato dal Tar. Loielo era stato rieletto nel 2013. Alle elezioni regionali era stato candidato al Consiglio regionale nella lista di Fratelli d’Italia nella circoscrizione centro. Le persone arrestate stamane devono rispondere di truffa ai danni dell’Ue, Italia e Regione Calabria.