Venerdi tavola rotonda su “anziani a Reggio. I Quartieri, i cittadini, le associazioni e le istituzioni per il bene comune”

pc anziani 2-2“Il Coordinamento di Quartiere di Arghillà, in collaborazione con il Laboratorio Urbano Metropolitano diretto dall’arch. Francesco Morabito e il patrocinio del  Comune di Reggio Calabria – assessorato al Welfare, organizza per venerdì 27  febbraio alle ore 16 Arghillà una tavola rotonda sulla problematica dell’anziano, con l’intervento diretto dei quartieri, delle associazioni e delle istituzioni civili e religiose allo scopo di fare il punto su una tematica importante che coinvolge valori fondanti ed universali  delle nostre comunità. Alla tavola rotonda, che si terrà  nei locali del  Centro Anziani dell’associazione A.R.T.E presieduta da Graziella Quattrocchi, parteciperanno, per la parte istituzionale,  gli assessori alle politiche sociali dei comuni di Reggio Calabria e Villa San Giovanni, Giuseppe Marino e Giuseppe Donato, il dirigente del settore welfare  del comune di Reggio, avv. Francesco Barreca assieme alla dottoressa Teresa Fotia dello stesso ufficio e   il responsabile dell’ambito territoriale 14  Villa – Gallico – Catona, dr. Antonio Giordano. I valori universali  di rispetto dell’anziano verranno illustrati da Don Francesco Megale, parroco di Arghillà, dalla dott.ssa Tita Larocca, dell’Ufficio Pastorale Diocesano, e da Saverio Zappia, del Centro Buddista di Reggio Calabria. L’avv. MariaTeresa Montesano del gruppo Famiglia dell’Osservatorio sulla giustizia Civile del Tribunale di Reggio Calabria si soffermerà sulla figura dell’amministratore di sostegno, mentre la dott.ssa Fortunata Tripodi, presidente dell’associazione neurologi calabresi, assieme al dr. Paolo Campo, neuropsicologo, tratterà degli aspetti socio sanitari” è quanto afferma in una nota l’avv. Giuseppe Naim. “Il ruolo centrale delle associazioni di volontariato  e delle cooperative sociali verrà trattato dall’avv. Luciano Squillaci, portavoce del Forum Provinciale delle Associazioni, assieme al dr. Domenico Barresi, referente del Forum per il versante dello Stretto. Sono previsti anche gli interventi  di associazioni di quartiere, come Il Comitato attivo di Bocale Eco Kerò, che assieme ai parroci  rappresentano  un riferimento di prossimità per tutte le tematiche sociali e da queste si possa partire per mettere in rete buone pratiche e scambi di informazioni e collaborazioni con gli altri soggetti, e inoltre l’associazione Nuova Solidarietà con il suo presidente Fortunato Scopelliti e l’associazione AllegraMente (Alzheimer) con la presidente  d.ssa Maria Cara. Le patologie dell’anziano – continua- sono per altro oggi  assurti alla ribalta mondiale  per l’assegnazione del premio Oscar a Julianna Moore quale migliore attrice protagonista, per il film Still Alice, dove interpreta il ruolo di una donna malata di alzheimer, così come è di questi giorni la notizia che il Governo ha stanziato per la Calabria 18 milioni di euro per i servizi agli anziani nell’ambito dei cosiddetti Pac (Piani di azione e coesione), che potranno dare una boccata di ossigeno ai servizi alle famiglie nel nostro territorio. L’iniziativa del Comitato di Quartiere di Arghillà e del Laboratorio Urbano Metropolitano, giunge quindi tempestiva  ed intende fornire un contributo propositivo, creare sinergie tra tutti gli attori sociali, raccontare le buone pratiche e le criticità esistenti, presentare  proposte operative fattibili, con una certezza: anche a Reggio Calabria l’anziano è una risorsa, affettiva, emotiva, di esperienza  e la sua cura non solo fisica ma anche psicologica e relazionale  rappresenta la cifra di civiltà di un popolo. I nostri anziani  – conclude- devono avere pur nella loro fragilità  il diritto alla dignità, all’integrità fisica e mentale, alla libertà e alla sicurezza riconosciuto dalla Carta Europea dei Diritti degli Anziani e  che ogni società deve assicurare”.