Tragedia in Calabria: imprenditore si uccide impiccandosi, la banca gli blocca il credito

La crisi ‘morde’, le aziende chiudono e molti imprenditori si suicidono

impiccatoTerribile tragedia in Calabria: un imprenditore di Lamezia Terme, di 51 anni, sposato con figli, ha deciso di togliersi la vita. L’uomo, in preda ad una crisi depressiva per via della crisi che stava portando l’azienda al fallimento, si è impiccato nel capannone della propria ditta. L’imprenditore era ‘braccato’ da cartelle esattoriali che non gli davano tregua. La banca aveva bloccato la linea di credito. Il cadavere dell’uomo è stato trovato da un lavoratore. Sul posto le forze dell’ordine ed il magistrato di turno.