Stragi nel Mediterraneo, le dichiarazioni della Presidente della Camera e del Commissario europeo dei diritti umani

L’operazione Triton è inadeguata“, su questo convergono Laura Boldrini e Nils Muiznieks

immigrati-lampedusa1L’operazione Triton “non è adeguata” a prevenire le tragedie dell’immigrazione nel Mediterraneo. Lo afferma Nils Muiznieks, commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa, dopo la nuova “evitabile” tragedia nel canale di Sicilia. L’Unione europea, continua il commissario dell’istituzione di Strasburgo, ha bisogno di “un efficace sistema di ricerca e soccorso“.

Anche per la presidente della Camera, Laura Boldrini, “di fronte a questa strage non si può non prendere atto che l’operazione Triton è inadeguata“. “Si confermano infatti – sottolinea la presidente – tutte le preoccupazioni che in molti avevamo espresso sulla fine di Mare Nostrum. Come hanno sottolineato sia il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, quanto il commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa, Nils Muiznieks, l’Europa deve dotarsi di un sistema di monitoraggio e salvataggio ben più efficace di quello ora in vigore. Altrimenti ogni espressione di dolore per le tragedie avrà il segno dell’ipocrisia“.

Ma in attesa che l’Unione europea e gli Stati membri arrivino ad assumere le decisioni indispensabili, è urgente – sottolinea Boldrini – che nel Mediterraneo si ripristinino operazioni più estese di pattugliamento e di soccorso tali da consentire di salvare il più alto numero possibile di vite umane“.