Strage di Lampedusa, interviene mons. Montenegro: “una morte indegna per un essere umano”

MonsMontenegroDovremmo metterci tutti in ossequioso silenzio a pensare che questi erano uomini come noi e sono morti in una maniera indegna per un essere umano…”. Così Mons. Francesco Montenegro, prossimo Cardinale, Arcivescovo di Agrigento e Presidente della Fondazione Migrantes, è intervenuto sulla strage nel mare di Lampedusa. “Credo che il miglior commento sia il silenzio a questo punto, no?… Perché le parole sono sempre le stesse: quando muore un uomo è il mondo che viene sconfitto! Ne muoiono tanti e questa sconfitta interessa tutti! Fare commenti? Se ne fanno tanti a favore e contro… Ma davanti a tante vite che il mare risucchia, credo che il silenzio e la preghiera diventino ormai l’unico modo, perché il silenzio parla più delle parole. Con le parole si può giocare, col silenzio un po’ meno!”.