Siderno (Rc): “un anno dopo la mareggiata tanti annunci ma soldi zero”

mareggiata“Un anno dopo la mareggiata….. tanti annunci, tanti politici, tanti buoni propositi,;tanti soldi ma la somma di tutto  è  quasi zero. Perché un anno dopo le mareggiate che colpirono Siderno si vedono solo due importanti muri di circa 100 mt ciascuno ma il paesaggio rimane inquietante  e non tranquillizza chi del Lungomare faceva una risorsa.   Ma si sa la Calabria e la provincia Jonica reggina considerano il turismo solo un bene secondario, qualcosa che c’è e bisogna tutelarsi ma si pensa alla “calabrese” quindi che  tutto si sistemera’ “primo o poi”. Il Lungomare di Siderno poteva e potrebbe essere una risorsa anche per il commercio ambulante.   Non quello abusivo che durante il periodo estivo invade la zona ma quello dei commercianti e degli artigiani locali che ad esempio  in Emilia e Toscana vengono ospitati sui Lungomari più importanti d’Italia come Viareggio e Cervia. Allora il turismo e il commercio non possono ripartire se non si affrontano e si trovano le soluzioni ideali alle situazioni come questa,   con un Lungomare distrutto prima dalla natura e poi dall’uomo con la sua incompetenza”. E’ quanto afferma Francesco Meduri, Presidente Fiva Confcommercio di Reggio e Federazione  Venditori  Ambulanti.