Sicilia: Venturino polemizza coi deputati del M5s e rinvia la seduta dell’Assemblea regionale

Alle16.32 c’erano in aula solo 9 deputati su 90“, commenta il vicepresidente

Assemblea regionale sicilianaIl vicepresidente dell’Assemblea regionale siciliana Antonio Venturino ha commentato le polemiche del M5S: “Ho rinviato l’aula senza aspettare che arrivassero altri deputati perché non ho alcuna intenzione di aspettare i comodi dei parlamentari“. Venturino ha rinviato la seduta a giovedì prossimo per mancanza del numero legale. “Il Dpef non è un documento sul quale si possono giocare dinamiche politiche – dice Venturino – ma visto che individua le linee guida dello sviluppo di questa terra un confronto serio e un voto serio, cioè con un ‘aula con il suo plenum è necessario“. “Oggi, ancora una volta, come faccio sempre quando presiedo io, ho aperto la seduta alle 16 e alle 16.32 c’erano in aula solo 9 deputati su 90. Non si può pensare che si possono aspettare i comodi dei deputati sapendo di cosa si doveva parlare“.

Questo atteggiamento non si giustifica – dice ancora Venturino a fine seduta – Sono stato accusato di non essere imparziale, mentre sfido chiunque di dimostrarlo, ho sempre applicato il regolamento così com’è facendo l’arbitro dell’Ars. Ma i ‘giocatori’ giocano a modo loro. E’ inutile che i deputati urlino, non è giusto prestare il fianco a giochini e usare quel pulpito per fare cose che non danno onore all’ars. Quindi ho trovato giusto rimandare l’aula. C’è forse qualcuno che scambia Sala d’Ercole per una piazza, per fare quello che qualcuno sostiene essere politica“.