Sicilia, accertato danno erariale a carico di 255 amministratori e dipendenti pubblici per oltre 48 milioni di euro

soldiNel 2014, la Procura regionale della Corte dei conti ha depositato 109 atti di citazione a giudizio a carico di 255 amministratori o dipendenti pubblici, per un danno erariale accertato e contestato di circa 48,8 milioni di euro. E’ quanto si legge nella relazione di Giuseppe Aloisio, Procuratore regionale facente funzioni della Corte dei conti per la Sicilia, svelata durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario dei magistrati contabili, allo Steri di Palermo. La Procura contabile ha ottenuto condanne complessive per poco piu’ di 40,7 milioni di euro. Al danno complessivamente arrecato, va aggiunta la somma di 1,3 milioni, relativa a “risarcimenti spontaneamente eseguiti dagli autori del danno a seguito di avvio di attivita’ istruttoria”. Nel complesso, l’anno scorso la Procura ha aperto 6871 istruttorie; ha espletato 3110 atti istruttori di vario genere (audizioni, richieste di atti, accertamenti diretti, deleghe di indagini etc), emettendo 125 inviti a dedurre a carico di 265 soggetti, cui e’ stato contestato in fase istruttoria preprocessuale un danno erariale di poco meno di 40 milioni di euro. Dalla Procura sono stati segnalati, tra gli altri, illeciti nell’affidamento di incarichi esterni e consulenze; nella gestione dei fondi comunitari; nella formazione professionale; in materia sanitaria