Serra San Bruno (VV): estorsioni e truffa a pensionato, arrestato

L’arrestato, con minacce, promesse, raggiri e insidiose telefonate avrebbe indotto l’anziano a versargli decine di migliaia di euro

CarabinieriI carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno (Vibo Valentia), hanno arrestato Michele Gamo, 49 anni, accusato di estorsione e truffa dopo la denuncia presentata nell’ottobre scorso da un pensionato residente a Serra. L’uomo su disposizione del gip del Tribunale di Vibo Valentia e’ stato sottoposto agli arresti domiciliari. L’anziano si era rivolto ai carabinieri in preda ad una crisi depressiva. L’arrestato, secondo l’accusa, con minacce, promesse, raggiri e insidiose telefonate avrebbe indotto l’anziano a versargli decine di migliaia di euro, facendogli credere che il denaro sarebbe servito per placare le intenzioni di rappresaglia di persone indispettiti dalle estirpazioni di piante demaniali operate dalla vittima durante le sue passeggiate nei boschi. L’anziano, a causa delle minacce, era stato ricoverato in ospedale ove era stata diagnosticato un principio di ischemia cerebrale, dovuta al continuo stress psico-fisico. Anche durante la degenza in ospedale gli erano state recapitate minacce in vario modo. Nelle telefonate minatorie l’indagato era arrivato persino a simulare la voce di una donna, che prometteva all’anziano un rapporto “sentimentale” in cambio di soldi.