Rometta taglia, Messina cuce: scoppia la grana delle indennità

Accorinti SindacoTagliare i costi della politica messinese per cambiare la città dal basso: un proposito rimasto lettera morta, se è vero che sul bilancio pesano, e tanto, le indennità e i gettoni di presenza garantiti a chi siede sugli scranni istituzionali.  Il primo cittadino, in particolare, si era impegnato durante la campagna elettorale su questo versante: aveva promesso di ridurre il suo futuro compenso destinando parte delle risorse ad un fondo di garanzia per le imprese. Che il cambiamento si sia inceppato è cosa nota, eppure oggi la contraddizione si fa più stridente: nella vicina Rometta, infatti, il sindaco Nicola Merlino ha applicato i dettami della campagna elettorale di Renato Accorinti, stringendo la cinghia e adottando un’autentica spending review istituzionale. Merlino non viene da Marte, ciononostante è stato di parola. Questione di volontà?