Resti umani in un bosco, probabile omicidio di ‘ndrangheta

polizia-notteLa Polizia di Como dopo un mese di ricerche ha trovato resti umani seppelliti nei boschi attorno a Oltrona San Mamett. Apparterrebbero a Salvatore Deiana, quarantenne di Villa Guardia scomparso nella notte tra l’8 e il 9 marzo 2009, che secondo un’indagine della Squadra Mobile di Como e’ stato ucciso la notte stessa per un regolamento di conti tra malavitosi locali vicini agli ambienti della ‘ndrangheta. Lo riporta stamani il quotidiano La provincia di Como. Per l’omicidio erano gia’ stati arrestati i due presunti autori materiali, Franco Virgato e Giuseppe Monti. Deiana sarebbe stato ucciso a coltellate la sera stessa della scomparsa in un bar di Vertemate e quindi trasportato nei boschi. Sono stati gli stessi indagati a indicare l’area in cui era stato seppellito il corpo, anche se a causa della modifica dei luoghi dopo sei anni e l’abbattimento di alcune piante, c’e’ voluto un mese di ricerche per trovare i primi resti, a mezzo metro di profondita’. Le ossa sono state inviate in un laboratorio di Milano per avere la conferma dell’identificazione. Agli investigatori resta un mistero da risolvere in questa sanguinosa vicenda: che fine ha fatto Antonio Deiana, fratello minore di Salvatore, scomparso nel nulla mentre faceva indagini private per scoprire la sorte del fratello.