Reggio: situazione imbarazzante all’istituto ‘Piria’ senza riscaldamenti da dicembre: “c’è da stare male”. La Provincia: “non abbiamo soldi”

Un intero inverno al freddo per i ragazzi. La soluzione? Una stufa a classe (forse)

Termosifoni

Situazione incredibile all’istituto ‘Piria’, nella sede staccata di via Pensilvania, a Reggio. La scuola è al freddo ed al gelo da dicembre: i riscaldamenti sono guasti e nessuno si è degnato di ripararli, cosi gli studenti, infreddoliti, stanno cercando di cercare una soluzione che ripristini la ‘decenza’. La Provincia sollecitata dal problema ha risposto ‘picche’: dopo varie promesse alla fine è arrivato un laconico “non abbiamo soldi”. La presidenza ha promesso l’acquisto delle stufe “una per classe”, ma intanto il tempo passa, la rigidità dell’inverno non dà ‘scampo’, ma la soluzione non arriva. Uno studente esasperato afferma: “stamattina è stato difficile stare in classe: tra quei marmi gelati, spifferi e l’acqua fredda con cui ci tocca lavare le mani, c’era da stare male”. “I presenti oggi a scuola – conclude- erano davvero pochi dato che giustamente si tiene alla propria salute”. Nel 2015, con tutte le tecnologie possibili ed immaginabili, ci ritroviamo in una situazione imbarazzante di evidente ‘degrado’ e disinteresse.