Reggio, anche quest’anno appuntamento in molte piazze della provincia con la lotta alla fibrosi cistica

fibrosi cisticaSi rinnova anche quest’anno il tradizionale appuntamento di solidarietà promosso dalla Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi cistica. Per tutto il mese di Marzo la Delegazione di Reggio Calabria con i suoi volontari sarà presente in varie piazze per offrire un uovo di cioccolato a chi verserà un contributo simbolico di 10 euro: l’intero ricavato sarà devoluto alla Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica. La manifestazione ha permesso negli anni di raccogliere significativi fondi destinati al sostegno di importanti progetti di Ricerca (adottati anche dalla Delegazione di Reggio Calabria) e ha inoltre contribuito a far conoscere i progressi della ricerca scientifica nel campo delle malattie genetiche e polmonari. La fibrosi cistica è’ la più comune delle malattie genetiche gravi. Nel mondo ne sono colpite circa 100.000 persone. Grazie ai progressi della ricerca e delle cure, i bambini che nascono oggi con questa malattia hanno un’aspettativa media di vita di 40 anni ed oltre, mentre non superavano l’infanzia cinquanta anni fa, quando la malattia fu scoperta e si cominciò a curarla. In Italia vengono diagnosticati circa 200 nuovi casi all’anno: ogni settimana nascono circa 4 nuovi malati; l’incidenza della malattia è di un neonato malato ogni 2500-3000 nati sani. La fibrosi cistica è una malattia di origine genetica dovuta alla presenza, nel corredo genetico dell’individuo, di due mutazioni del gene CFTR (Cystic Fibrosis Transmembrane Regulator). La mutazione del gene determina la produzione di una proteina CFTR difettosa o addirittura ne impedisce la sintesi, con la conseguenza che le secrezioni sono povere di acqua, perciò dense e poco scorrevoli, causando danni soprattutto all’apparato respiratorio e a quello digestivo. Chi nasce con la malattia quindi, ha ereditato un gene difettoso (gene CFTR mutato) sia dal padre che dalla madre, che sono portatori sani. I portatori sani del gene CFTR in Italia sono circa 2 milioni e mezzo (c’è un portatore sano ogni 25 persone circa). La coppia di portatori sani ha ad ogni gravidanza 1 probabilità su 4 (25%) di avere un figlio con fibrosi fistica (FC). E’ una malattia sistemica che colpisce indifferentemente maschi e femmine e che ha un decorso diverso da un malato all’altro. “La Fondazione – spiega Antonino Moscato responsabile della sezione di Reggio Calabria -  ha come obiettivo primario quello di sconfiggere la fibrosi cistica, che ancora non ha cura, tramite progetti di ricerca. In Italia si sa, i fondi destinati alla ricerca non sono sufficienti a coprire i progetti di ricerca, a supportare i costi delle sperimentazioni e a sostenere il lavoro dei ricercatori. Questo richiede dunque la collaborazione di ognuno affinché, un piccolo gesto diventi forza comune. Perché un domani senza fibrosi cistica è possibile.>> queste le parole del Responsabile di Reggio.