Reggio, piogge alluvionali: passo in avanti su declaratoria calamità naturale

Calamita_2014_Sopralluogo 003Passo in avanti nell’iter di definizione della richiesta di declaratoria dello stato di calamità naturale, da parte del Mipaaf, per le piogge alluvionali abbattutesi nel territorio della provincia di Reggio Calabria, nel periodo del 5-6-7 novembre 2014. Uno scrupoloso iter ispettivo, condotto dai tecnici del Settore 10 Agricoltura Caccia e Pesca della Provincia di Reggio Calabria, ha portato alla luce una situazione di crisi emergenziale, per vaste aree, colpite dalle abbondanti precipitazioni che causarono ingenti danni alle infrastrutture rurali. Positiva ed attesa da parte dell’Assessorato Provinciale all’Agricoltura, retto da Gaetano Rao, la notizia della richiesta trasmessa al Mipaaf, con successiva delibera di Giunta Regionale di dichiarazione del carattere di eccezionalità per le piogge di novembre 2014. “La priorità è dare risposte celeri al territorio nell’interesse dell’agricoltura e della collettività. -  commenta l’Assessore Gaetano Rao – “Espletate le verifiche di delimitazione del territorio danneggiato, ricevute le sollecitazioni ai riscontri, in loco, dai Comuni e dalle Associazioni agricole, adesso, la risposta spetta al Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali che dovrà esprimersi sul riconoscimento della calamità naturale”. Per la pioggia battente di inizio novembre 2014, disagi e danni importanti sono stati riscontrati in molti Comuni dell’entroterra della provincia di Reggio Calabria e del versante jonico-tirrenico. Le eccezionali precipitazioni hanno messo in ginocchio la viabilità interpoderale dei Comuni interessati, insistendo sul già grave dissesto idrogeologico in atto e rendendo difficoltoso l’accesso ai diversi fondi. Le aree devastate sono a vocazione prettamente agricola, la cui compromessa o negata transitabilità determina ripercussioni economiche negative, considerato che le attività agricole concorrono al mantenimento del livello socio-economico delle popolazioni rurali residenti. La pioggia, agevolata dalle forti pendenze che caratterizzano i territori delimitati, ha dato origine ad intensi fenomeni di ruscellamento che hanno prodotto un generale dissesto della viabilità rurale. Adesso, l’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Reggio attende tempi celeri per la declaratoria dello stato di calamità. Smottamenti ed erosioni, cedimenti dei muri di sostegno, asportazione del manto viario, non sono buone premesse per un’agricoltura redditizia.