Reggio: operazione “Cremino”, 5 avvisi di garanzia per un bar-gelateria di Siderno [FOTO]

Sequestro attività commerciale abusiva(1)All’esito di una specifica attività di polizia demaniale marittima eseguita dalla sezione operativa navale della guardia di finanza di roccella jonica, in data 03 ottobre 2014 in agro del comune di siderno (rc),conclusasi con il sequestro di un bar-pasticceria, che occupava mq. 250 di demanio marittimo, ne scaturiva una serie di articolate attività delegate di polizia giudiziaria, dirette dal sost. Proc. Presso la procura di Locri (Rc) dott. Ezio arcadi. L’autorità giudiziaria inquirente, a compimento della relativa istruttoria ha iscritto nel registro degli indagati ed emesso i relativi avvisi di garanzia nei confronti dei tre persone, a.g., f.g. e r.d., tutti di siderno, titolari delle ditte che si sono susseguite nella gestione dell’area demaniale marittima, i quali sono stati indagati per occupazione abusiva di demanio marittimo e abusivismo edilizio. Nel corso dell’attività d’indagine effettuata dalle fiamme gialle, oltre agli elementi raccolti che hanno portato al sequestro della struttura per occupazione abusiva di area demaniale marittima, mancanza di autorizzazione al sub-ingresso e mancato pagamento dei relativi canoni concessori in capo all’attuale titolare dell’esercizio commerciale – sig. R. D. Di siderno, sono emerse numerose responsabilità in capo ai precedenti titolari della concessione marittima nonché a coloro che hanno progettato e realizzato le opere. I finanzieri di roccella jonica, infatti, hanno accertato la mancanza di tutte le autorizzazioni tecnico-amministrative previste, nonché dei relativi pareri degli enti preposti al rilascio di concessione edilizia in area demaniale marittima. È risultata mancante perfino la relativa agibilità e la certificazione statica della struttura. Sono stati indagati anche due tecnici, liberi professionisti, che hanno progettato e realizzato le strutture del bar-gelateria senza le autorizzazioni e gli obbligatori pareri tecnici e senza le preventive autorizzazioni edilizie. Sono, inoltre, al vaglio della competente autorità giudiziaria le posizioni di altri soggetti compiacenti che hanno contribuito, sino ad ora, alla gestione impunita di una struttura totalmente illegale che insisteva e sfruttava uno spazio costituente il pubblico demanio ed appartenente alla collettivita’. I controlli della guardia di finanza a tutela del bene pubblico proseguono incessanti per evitare che cittadini ed imprenditori onesti possano essere danneggiati da comportamenti illegali che agevolano economicamente chi decide arbitrariamente di violare le regole. Le irregolarità riscontrate producono effetti negativi per l’economia locale, già di per sé sofferente, ed ostacolano la normale concorrenza tra le imprese, alterando le regole del mercato. Il comune di Siderno ha emesso un provvedimento di revoca della licenza commerciale al responsabile del bar-gelateria.