Reggio, l’edicolante di Piazza Castello: “Ho preso guanti, scopa e buona volontà e ho cercato di pulire alla meno peggio” [FOTO]

spazzaturaQuesto pomeriggio abbiamo pubblicato lo scempio compiuto da qualche incivile oggi a Piazza Castello.

Due grossi sacchi neri abbandonati proprio accanto ai cassonetti della differenziata , di recenti collocati in tutto il Centro Storico.

Sono arrivati tantissimi commenti di sdegno, di riprovazione e di delusione per il dis-amore che taluni provano nei confronti della nostra città, ma quello che più ci ha fatto sorridere è che qualcuno -tra i diversi commenti- ha scritto che quei sacchi sono stati lasciati dagli addetti alle pulizie del Tribunale o della Scuola “Principe di Piemonte”.

Già ce li immaginiamo i bimbi che durante la colazione pasteggiano con merendine e prosecco o ancor di più i giudici di Piazza Castello, che tra un’udienza e l’altra mangiano frutti di mare e ananas.

Che fervida immaginazione talvolta che abbiamo, noi reggini.

Ecco perchè ci è sembrato doveroso riportare quanto scritto da colui, l’edicolante di Piazza Castello, che invece quei sacchi ha provveduto a raccoglierli e a ripulire l’intera zona:  ”Ho letto un articolo pubblicato sul web , riguardante lo scempio che qualche cittadino ha fatto nel buttare dei sacchi della spazzatura fuori dei cassonetti. Naturalmente il tutto parte gia’ dallo stesso giorno in cui sono stati posizionati i cassonetti e cioè giorno 19 Febbraio . Verso le 13,00 buttano già un sacco con la carta. Probabilmente da un ufficio pubblico della p.zza . Ci sono Scuole , Tribunale , Provincia. Stamattina alle ore 6,00 nell’aprire l’edicola ho trovato l’altro sacco con bottiglie , bicchieri , resti di cozze , pesce , e altro. Naturalmente i bambini che andavano a scuola passavano vicino le bottiglie rotte .I commenti delle persone erano sia contro chi ha buttato i sacchi sia contro questa amministrazione che non pulisce. Naturalmente tutti siamo buoni a criticare gli altri senza muovere un dito . Ho preso guanti , scopa e buona volontà e ho cercato di pulire alla meno peggio. Qualcuno ha scattato delle foto che poi mi sono state inviate . Naturalmente la mia non è pubblicità che mi voglio fare e ho solo messo su FACEBOOK alcune foto , ma sono stato spinto dal fatto che tanti scrivono e contestano ma credo che è meglio fare i fatti “.