Reggio: incontro della federazione giovanile repubblicana con Rinaldi

10958352_854508507946079_1133189332_n(1)Dopo l’incontro “La Calabria e l’Europa” organizzato dal PRI, si è tenuto un seminario voluto dalla Federazione Giovanile Repubblicana , sempre attinente alla tematica dei fondi Europei e dell’Europa.

 Ad introdurre l’incontro, è il presidente del P.R.I Francesco Nucara, che dopo aver parlato dei primi anni dell’Europa, presenta ai giovani L’onorevole Niccolò Rinaldi, già europarlamentare. “Un Europa da difendere con i denti!” subito enfatizza Rinaldi, spiegando ai giovani che l’Europa, prima dell’unione era solo terra di continue guerre, di imperi, di re, una sorta di tutti contro tutti. “Giovani siate tutti uniti” continua l’onorevole, “quelle guerre sono terminate il 27 gennaio del 1945 con l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, l’inizio della fine. L’unione Europea nasce su quelle ceneri”.
Il racconto continua sulla situazione italiana, quanto poco degna fu durante la guerra, e anche dopo il genocidio, citando alcuni personaggi famosi dell’Italia dell’epoca che nonostante tutto continuavano la loro campagna antisemita, tra i quali padre Gemelli, Guido Piovene e Francesco Biondolillo.

Dopo queste riflessioni, iniziano le domande dei ragazzi, tutti uniti sul voler sfruttare al meglio le risorse europee, cosa che fino ad ora la nostra regione non ha saputo fare, per creare lavoro attraverso cooperative che siano soprattutto utili per “l’amata Reggio”, come sottolineano i GR, che continuano:“vogliamo più sostegno dalla classe politica, oggi le uniche occasioni stanno arrivando dalla BCE, unico organismo europeo non politico!”. Concludono poi: “Solo attraverso la cooperazione e l’unione di tutti noi giovani, e con la presa di coscienza delle nostre capacità, prima ancora che delle nostre opportunità, potremo dare davvero un volto nuovo alla nostra città e alla nostra regione.”

I giovani presenti all’unanimità hanno chiesto un incontro con il Presidente dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane Rosario Altieri per poter indirizzare i loro interessi verso l’associazionismo cooperativo.