Reggio: Falcomatà ha visitato l’Ufficio Territoriale per la Biodiversità

DSC_1965Ieri mattina il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, si è recato in visita presso l’UTB di Reggio Calabria. L’UTB -Ufficio Territoriale per la Biodiversità- sito in via Torrione,  è l’avamposto del Corpo Forestale dello Stato che si occupa della gestione, manutenzione, e tutela della biodiversità all’interno delle  foreste demaniali, statali. Il Sindaco è stato accolto dal personale dell’ufficio e dal V.Q.A.F., d.ssa Marina Forgione, amministratore dell’ufficio, che ha illustrato i compiti svolti e lo ha accompagnato a visitare  i vari comparti della struttura, invitando, altresì,  il Sindaco a visitare le foreste demaniali, ubicate all’interno del Parco nazionale dell’Aspromonte, che si estendono per circa 3000 ettari,  comprendendo i  territori dei comuni di  Roccaforte del Greco, Samo e San Luca. Sull’area sono presenti elementi di eccezionale valenza rappresentati da piante millenarie di quercia, orchidea selvatica,  peonia,  pianta che fiorisce in tarda primavera, con un fiore molto delicato a quattro petali, considerato in via di estinzione. Nella stessa area sono stati individuati e censiti, inoltre,  insetti come il Parnassius apollo  e la Rosalia alpina, mentre per la fauna le presenze più importanti sono il lupo, il gatto selvatico e l’aquila del Bonelli, che nidifica nelle rocce della località Croce di Dio Sia Lodato. Inoltre,  la foresta è attraversata da numerosi sentieri naturalistici che nella stagione estiva sono percorsi da centinaia di appassionati. Nei pressi della fiumara sorge un rifugio,  che ogni anno è meta di escursionisti e di decine di gruppi di scout,   punto di partenza per visitare Ferraina la cui maggiore attrazione è rappresentata dalle poco conosciute cascate Forgiarelle,  un salto di circa cento metri sulla fiumara Ferraina prima di congiungersi con l’Aposcipo per formare insieme la Verde che va a sfociare ad Africo. Il territorio  gestito dall’UTB  comprende anche il rifugio Marrappà, pure questo meta di molti gruppi di scout e il  Posto Fisso Basilicò. L’Agenzia dei beni confiscati ha,  inoltre, affidato  all’Ufficio la conduzione di un lotto di circa ha 9, che comprendeva un fabbricato ridotto a rudere, oggi restaurato dagli operai, sito nella collina di Archi in località ”Ciccarello”.  L’UTB ha stipulato convenzioni con l’Università, la quale effettua studi e ricerche, con l’IPA di Reggio Calabria, per l’alternanza scuola-lavoro presso il sito di conduzione dove un operaio specializzato coinvolge i ragazzi e mette in pratica gli  studi fatti in aula (tecniche di innesto, potature, concimazione, ecc.) e con l’Ente Parco per attività di tutela delle aree protette. L’Ufficio è dotato, tra l’altro, di un’ aula di educazione ambientale dove un gruppo di lavoro ogni anno coinvolge decine di scuole di ogni ordine e grado di tutta la provincia reggina. La d.ssa Forgione ed il Sindaco, prima dei saluti e della consegna dello stemma araldico dell’ ufficio in formato crest, hanno previsto per il futuro una collaborazione,le cui modalità sono in fase di definizione,  che potrebbe consistere nell’adozione di un’area di verde comunale.