Reggio, su dimissioni Porcino: “ora si rilanci l’aeroporto dello stretto e si paghino gli stipendi arretrati”

La FITL – CGIL Calabria giudica doverose le dimissioni del Presidente della Sogas

aeroporto-dello-stretto“Abbiamo appreso delle dimissioni del dr. Carlo Alberto Porcino da Presidente della Sogas, Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto”.  Ha dichiarato in un comunicato stampa la FITL – CGIL Calabria, che ha continuato dicendo: “Riteniamo doverose le dimissioni che noi ormai da mesi abbiamo ripetutamente richiesto. Senza sparare sulla “Croce Rossa”, ribadiamo tutte le nostre critiche ad una gestione dell’ Aeroporto reggino sbagliata dal punto di vista economico e sociale che ha contribuito ad aumentare i debiti della Società ed ha fatto arrivare a 6 le mensilità arretrate per i lavoratori dipendenti”.

“Apprezziamo invece - precisa la FITL – CGIL Calabria -  le ultime determinazioni assunte dal Presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa. Così come sosteniamo il lavoro che ha annunciato l’Assessore Regionale ai Trasporti, Nino De Gaetano. Anche per questo riteniamo che la Conferenza dei Servizi dell’Area dello Stretto, che abbiamo proposto di convocare al Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, rappresenti oggi un’esigenza ancora maggiore”. “Adesso è il momento di voltare pagina. – conclude – Si mettano in campo tutte le sinergie possibili per far diventare l’Aeroporto di Reggio davvero lo scalo dell’Area dello Stretto per dare una prospettiva ad un milione di abitanti e la possibilità ai i lavoratori dell’Aeroporto di avere salvaguardato il proprio posto di lavoro. Adesso ci aspettiamo il pagamento delle 6 mensilità arretrate con l’utilizzo del milione e 400 mila euro già erogato dall’Amministrazione Provinciale“.