Reggio: degrado e incuria a Pellaro [FOTO]

3Un lettore di StrettoWeb ci segnala il degrado in cui versa la zona sud della città e precisamente Pellaro. “Vorrei segnalare come ormai a Pellaro sia in atto un attacco al verde pubblico.. Ormai ogni giorno si segnalano episodi di taglio indiscriminato di alberi, posti in luoghi pubblici o privati. Tra gli esempi più lampanti il taglio che ormai risale a qualche mese fa di una palma di 15 metri (in perfetta salute ) posta all interno di un giardino privato (adiacente il negozio Clivia), senza richiedere alcuna autorizzazione alla forestale. A parecchi mesi fa – continua il lettore – risale anche il taglio dei vecchi alberi che facevano da cornice al campo sportivo di Pellaro, particolari per la loro chioma disegnata dal vento che hanno lasciato spazio in modo che la brezza marina possa ancor meglio infrangersi sui ragazzi che si allenano. Non vorrei dimenticare i tanti alberi tagliati nei complessi Polidea per lasciar posto a qualche parcheggio in più. Ma se questi episodi sono ormai storia recente quello che accade nella traversa N tra via Longitudinale e via Vincenzo Nesci è storia di ieri. Qualche hanno fa la giunta comunale aveva ben pensato di piantare diversi alberelli in ogni traversa di Pellaro in modo da rendere questa grande periferia un po’ più verde, nella traversa N ne erano stati piantati 6 (3 per lato) ad oggi ne sono rimasti solo 3 tutti sullo stesso lato. Gli alberi godevano di buona salute ed erano stati dotati di una gabbia protettiva affinché potessero crescere senza il rischio che il vento o qualche parcheggiatore distratto li potesse danneggiare. L’amministrazione non aveva pensato e forse non poteva immaginare che proprio i vicini di questi alberelli ne avrebbero segnato la fine, forse perché deturpavano il grigiore delle loro case o forse perché sporcavano con le loro foglioline, sta di fatto che con l’aiuto della notte e a distanza di tempo i tre alberelli hanno lasciato spazio e tre bei buchi coperti con un po’ di catrame. Quello che è successo oltre a segnare un danno economico ai danni del comune segna un danno sociale per tutti i cittadini che amano la propria città. Mi domando come sia possibile che a Pellaro dove ha sede una delegazione della polizia municipale sia possano tagliare alberi senza alcuna autorizzazione. Mi piacerebbe sapere se il responsabile del verde pubblico dott. Zimbalatti abbia intenzione di prendere provvedimenti in merito ripristinando gli alberelli tagliati e prendendo provvedimenti contro questo scempio? Spero che tra una foto tra mucchietti di spazzatura e consigli comunali sul testamento biologico trovi il tempo di occuparsi di questa problematica. Un cittadino indignato.

Lettera firmata