Reggio: “il comune si doterà del marchio De.C.O.”

palazzo san giorgio“Nei giorni scorsi la Commissione comunale “Statuto e Regolamenti” ha approvato il testo che permetterà all’ente di dotarsi del marchio De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine) che ha come finalità principale quella di valorizzare le produzioni e le risorse caratteristiche del territorio reggino con particolare riferimento a quei prodotti agricoli, agroalimentari ed artigianali, che posseggono un forte legame con il territorio, le tradizioni e la storia del comprensorio della nostra città. Tale valorizzazione avviene tramite azioni di marketing territoriale che si esplicano a partire dalla attribuzione di un marchio distintivo e di riconoscibilità, anche connesso a un “brand” che possa essere strumento di attribuzione di valore aggiunto alle produzioni e quindi motivo ed opportunità di crescita socio-economica del territorio. Pertanto l’amministrazione comunale istituirà a breve, dopo l’indispensabile passaggio del provvedimento dall’aula consiliare, un albo dei prodotti identitari reggini ed un registro dei prodotti a marchio De.c.o. della città di Reggio Calabria. I prodotti individuati, differenti per tipologie e caratteristiche in termine di origine, faranno parte del “paniere dei prodotti identitari della nostra città”. Con l’istituzione della De.C.O. l’ente dimostra grande ed immediata attenzione alle istanze delle associazioni di categoria e delle aziende che da molti anni ne attendevano l’adozione per la sua indubbia rilevanza quale opportunità di sviluppo e occupazione. Inoltre, la funzione del Comune non si limiterà alla istituzione degli albi, alla concessione del marchio e alla competente attività di controllo per scongiurare ogni tentativo di abuso, ma si manifesterà anche attraverso interventi, nei limiti delle compatibilità di bilancio e nel rispetto delle procedure previste, per la concessione di contributi, ricercando altresì sia forme di sponsorizzazione presso soggetti pubblici e privati che sostegno per l’attribuzione dei marchi comunitari ufficiali (DOP,IGP,ecc.) ai prodotti tipici del nostro territorio e per la loro promozione”. E’ quanto afferma in una nota Demetrio Martino, presidente della commissione comunale statuto e regolamenti,