Reggio, a Piazza Castello la raccolta differenziata è un’utopia [FOTO]

spazzaturaQualsiasi stupido può criticare, condannare e lamentarsi - e molti stupidi lo fanno” diceva Dale Carnegie.

Sì, perchè lo stupido di cui parlava Carnegie è quello che come un “mantra” ripete indignato (nell’ordine che segue) che “Reggio è sporca, che Reggio fa schifo, che siamo invasi dalla spazzatura e che è tutta colpa dei politici“.

Poi, talvolta, lo stesso stupido studiato da Carnegie è colui che abbandona due sacchi di spazzatura accanto ai cassonetti della differenziata a Piazza Castello e torna a casa a lamentarsi.

Prove tecniche di differenziata? Oppure nuova attrazione turistica da mostrare insieme al Castello Aragonese?

Noi scherziamo, ma qui c’è qualcuno che non sapeva come differenziare il “bastone” del Mocio Vileda e lo ha semplicemente lasciato lì in attesa di “ecologisti” più esperti. Come il gestore dell’edicola della zona, che ha provveduto autonomamente a ripulire lo scempio.

Per una città che si professa “metropolitana”, che vuole essere “smart”, che si era finanche candidata a “Capitale della Cultura”…le premesse non sono per nulla incoraggianti. Anzi, ci sarebbe da riflettere su quello che siamo diventati.

Foto di Valentino Barillà