Reggina-Juve Stabia, la probabile formazione amaranto: Alberti conferma il 4-1-4-1

cirillo balistreriDopo la rifinitura di stamattina al centro sportivo Sant’Agata, la Reggina ha iniziato il suo ritiro pre-partita come di consueto e per Alberti c’è solo l’imbarazzo della scelta grazie a un organico completamente a disposizione del mister in vista della partita di domani alle 12:30 al Granillo contro la Juve Stabia che vuole riconquistare il terzo posto in classifica dov’è stata superata dal Lecce vincente ieri sulla Paganese nell’anticipo del venerdì sera. Tutti i calciatori, infatti, hanno recuperato dagli acciacchi dei giorni scorsi e Alberti potrà decidere quale formazione presentare da titolare nelle condizioni migliori.
Il mister dovrebbe confermare lo stesso assetto tattico che ormai utilizza dalla gara contro il Martina Franca nel giorno dell’Epifania: quel 4-1-4-1 con un regista basso davanti alla difesa e due esterni di centrocampo offensivi ma disposti a sacrificarsi e dare una mano in difesa.
Al Granillo sarà l’esordio per il neo-acquisto Benedetti, il terzino sinistro arrivato in prestito dal Chievo e migliore in campo nella trasferta di Barletta; in attacco torna Balistreri dal primo minuto come contro il Lecce, e Louzada partirà dalla panchina. Dovrebbe essere questa l’unica novità rispetto a Barletta. In panchina con Louzada anche Viola, out Di Michele e Magri, non convocati.

Reggina (4-1-4-1): Belardi; Di Lorenzo, Cirillo, Aronica, Benedetti; Zibert; Gallozzi, Armellino, Maimone, Masini; Balistreri. A disposizione: Kovacsik, Ungaro, Camilleri, Mazzone, Salandria, Louzada, Viola.