Reggina-Juve Stabia 0-0, le pagelle di StrettoWeb: Di Lorenzo, Cirillo e Zibert i migliori

di lorenzo regginaLa Reggina è uscita dal campo tra gli applausi dopo un’ottima partita, dominata contro la squadra terza in classifica e giocata bene soprattutto nel primo tempo. Gli amaranto avrebbero meritato la vittoria, hanno dimostrato di avere lo spirito giusto da squadra vera, viva e grintosa, ma anche idee tattiche che iniziano a diventare anche belle a vedersi grazie al lavoro di mister Alberti che oggi ha espresso il miglior calcio della stagione amaranto. Molto bene Zibert in regia di centrocampo, ma anche Cirillo in difesa e Di Lorenzo sulla fascia destra.

Le Pagelle di StrettoWeb:

Belardi S.V. Nei 67 minuti in cui rimane in campo non viene mai chiamato in causa, soprattutto nel primo tempo. La Reggina gioca nella metà campo avversaria e lui fa da spettatore.
Di Lorenzo 8 E’ tra i migliori in campo: primo tempo straordinario da terzino destro, forma un’ottima “catena” con Gallozzi ed è molto efficace anche in fase di copertura.
Cirillo 8 Un gigante: in difesa non passa nessuno, è ovunque con qualità, tecnica e persino eleganza!
Aronica 7 Esperienza e qualità al servizio della difesa.
Benedetti 6,5 Macina chilometri e riesce anche a sfoderare un paio di bei cross.
Zibert 7,5 Nel primo tempo incanta il Granillo con una giocata deliziosa, che con questa maglia in questo stadio i tifosi amaranto non vedevano dai tempi (lontani) di Barreto, Halfredsson e Missiroli, oggi tutti grandi protagonisti in serie A. Evidente calo atletico nel secondo tempo, ma come ha spiegato mister Alberti “viene da due mesi di inattività”. Ha ottime doti tecniche ed è giovanissimo: la Reggina ha fatto un affare.
Gallozzi 6,5 Ottimo primo tempo, un grande assist per Masini che di testa non riesce a schiacciare in porta. Cala fisicamente nella ripresa.
Armellino 6,5 Inizia male, poi si riprende e sfodera la solita buona prestazione con il giusto mix di qualità e quantità in mezzo al campo.
Maimone 7 Lotta con cuore e grinta a metà campo, sfiora il gol nel secondo tempo di testa: sarebbe stato il terzo consecutivo.
Masini 6,5 Si divora un gol facile di testa nel primo tempo, ma gioca per la squadra con umiltà, sacrificio e qualità.
Balistreri 6 Lotta e si impegna con cuore e grinta, alla sua terza partita con la maglia amaranto dopo Lecce e i pochi minuti in campo nel finale di Barletta.

Kovacsik 5,5 Qualche uscita troppo azzardata.
Ungaro 6,5 Riesce a dare ordine e densità alla difesa nel momento più utile.
Viola 5,5 Quando all’89° prende la traversa in sforbiciata potrebbe più semplicemente aspettare che il pallone scenda e mandarlo in porta facilmente di piatto evitando così l’arcobazia…

All. Alberti 8 Ha dato alla squadra non solo lo spirito giusto, ma anche un bel gioco con un’idea tattica nuova e piacevole da vedere. Una Reggina così compatta, bella e pericolosa come quella del primo tempo di oggi non si vedeva da moltissimo tempo. Azzeccati anche i cambi: con il calo atletico della ripresa e la crescita della forte Juve Stabia, c’è stato un momento in cui era opportuno prima di tutto difendere il risultato e l’ingresso di Ungaro è stato funzionale in tal senso. E’ un altro passo verso la salvezza, un punto che muove la classifica rispetto alle altre dirette concorrenti che hanno perso praticamente tutte (Paganese, Martina Franca, Savoia e Ischia k.o. ieri, Cosenza e Lupa Roma sotto in questo momento contro Catanzaro e Matera, aspettando il Messina che alle 16 giocherà a Caserta).