Reggina-Juve Stabia 0-0, Cirillo: “grazie ai tifosi, sono sempre di più, il Granillo sta tornando una bolgia”

regginaTra i migliori in campo, il difensore della Reggina Bruno Cirillo in sala stampa nel post partita: “prestazione importante, continua la striscia positiva e siamo contenti di questo ma c’è un pelo di rammarico perchè meritavamo i tre punti. Facciamo comunque un piccolo passo in avanti contro una squadra attrezzata per vincere il campionato. Oggi hanno fatto un solo tiro alla fine da 35 metri in curva e basta. Abbiamo fatto una grande prestazione, è la strada giusta, non bisogna mollare niente perchè è ancora lunga quindi si continua così. Sto notando che piano piano ogni domenica allo stadio arriva sempre più gente, mi auguro con tutto il cuore che ogni partita questo stadio possa tornare come una volta perchè abbiamo bisogno di tutti. L’ho detto all’inizio e lo ripeto oggi, i tifosi stanno vedendo che noi in campo diamo l’anima, lo facciamo per la maglia che indossiamo perchè tutti ci teniamo. E’ una sfida importante e quindi mi auguro che domenica dopo domenica questo stadio possa ritornare come ai vecchi tempi. Di Michele è ritornato in rosa, è un giocatore che conosciamo tutti bene, s’è messo a disposizione e sappiamo le qualità che ha con cui può darci una mano. Da qui alla fine abbiamo bisogno anche di lui, come chi verrà – se verrà qualche altro – dovrà sposare la causa che abbiamo sposato tutti, cioè che da qua alla fine bisogna soffrire. Chi è disposto a soffrire, ben venga. Noi stiamo dimostrando che soffrendo con amore, con cuore, con corsa e con grinta, si possono raggiungere i risultati. Insigne si sta allenando da solo, il suo reintegro dipende dalla società. Chi viene con lo spirito giusto, viene accolto come tutti quanti gli altri. Non c’è nessun problema da parte di nessuno, è normale che bisogna riconquistarsi la fiducia da parte di tutti, soprattutto dell’allenatore. Se la testa è giusta, abbiamo bisogno pure di Insigne perchè conosciamo quali sono le sue qualità. Oggi rispetto ad un mese fa tutti hanno più fiducia nei propri mezzi, fiducia che prima non c’era. Si veniva da un girone d’andata in cui la Reggina aveva vinto una sola partita, quasi tutte perse, ed è normale che con tanti ragazzini senza esperienza in quelle situazioni si perde la fiducia“.