Processo Schettino: la condanna a 26 anni di carcere, gli avvocati non ci stanno [FOTO]

Secondo gli avvocati di Schettino, l’imputato sarebbe preso di mira dal pm

LaPresse

LaPresse

Il comandante Francesco Schettino e’ stato ghettizzato processualmente. L’accusa si e’ concentrata solo su di lui” mentre gli altri co-indagati “sono stati premiati” col patteggiamento. Cosi’ e’ iniziata stamani a Grosseto l’arringa dei difensori di Schettino al processo sul naufragio della Costa Concordia. Schettino e’ presente in aula e lavora sul computer dei suoi legali per mostrare su un maxi-schermo slide, immagini, video mostrati a supporto dell’intervento della sua difesa. La prima fase della discussione a difesa dell’imputato viene tenuta oggi dall’avvocato Donato Laino, poi seguiranno domani le conclusioni dell’avvocato Domenico Pepe. I difensori faranno vertere la loro difesa anche evidenziando le corresponsabilita’ degli altri ufficiali della Concordia nel naufragio, collaboratori di Schettino. Invece, hanno sottolineato, “il pubblico ministero ha voluto mettere all’angolo Schettino fin dall’inizio“.

LaPresse
LaPresse
LaPresse
LaPresse