Piccole Italie: “innovativo il sistema di promozione del territorio”

piccole italieContinua a svolgere un ruolo da protagonista, nell’ambito del club “Piccole Italie”, Confindustria Reggio Calabria rappresentata dal presidente della sezione Turismo e spettacolo, Giuseppe Nucera. Del network delle tipicità dei territori fanno parte, oltre all’associazione degli industriali reggini, presente peraltro come unico ente non politico fra le varie amministrazioni comunali coinvolte, i Comuni di Asti, Nogara, Fermo e Alcamo, nonché la Provincia di Gorizia. L’associazione sta svolgendo un percorso di promozione e diffusione delle realtà territoriali coinvolte, operando come un vero e proprio club esclusivo capace di mettere insieme, in un rapporto di stretta sinergia, diverse realtà italiane. L’obiettivo di questa iniziativa, infatti, è quello di promuovere la condivisione delle strategie di sviluppo, puntando con decisione sui valori dell’identità territoriale.

Il partenariato che anima questa iniziativa, si è presentato ufficialmente alla BIT di Milano, alla presenza tra gli altri dell’assessore ai Lavori pubblici della Regione Calabria, Nino De Gaetano, del presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, del consigliere regionale Francesco Cannizzaro, del consigliere provinciale, Michele Marcianò e del presidente dell’Ente Parco nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino. E sempre nella cornice della BIT, nei Padiglioni di Fiera Milano, è stata presentata all’interno dello stand della Regione Marche, la brochure del club Piccole Italie. L’esclusivo prodotto divulgativo, illustra nel dettaglio l’innovativo progetto di soft-marketing territoriale che, fra le altre cose, ha come peculiarità quella di riunire e promuovere congiuntamente le competenze e le eccellenze enogastronomiche, turistiche e manifatturiere di alta gamma per far conoscere in Italia e in Europa prodotti e luoghi delle Piccole Italie.

Soddisfazione è stata espressa da Nucera, che in rappresentanza di Confindustria Reggio Calabria, è stato tra i costituenti di questo importante e ambizioso progetto.  “Aggiungiamo un nuovo tassello – afferma il presidente della sezione Turismo di Confindustria Reggio Calabria – nel percorso che i soggetti promotori di “Piccole Italie”, hanno inteso avviare. Percorso che vede la Calabria svolgere un ruolo da protagonista all’interno di un circuito virtuoso che in chiave moderna e innovativa, punta a valorizzare e mettere a sistema quanto di positivo e produttivo, la nostra regione è in grado di offrire sullo scenario nazionale e internazionale. Il lavoro che stiamo conducendo – evidenzia Nucera – nell’ambito di questo partenariato, ha come obiettivo quello di far diventare, ciò che noi consideriamo  il nostro “petrolio”, ovvero le specificità culturali e enogastronomiche, il motore di una ripresa economica su scala nazionale, che parte dai singoli territori. Per questo stiamo mettendo in rete un nuovo sistema di promozione territoriale, che sia al servizio degli imprenditori della filiera agroalimentare e dei servizi turistici. Stiamo operando, in netta controtendenza rispetto al passato, cercando cioè di unire le risorse del Mezzogiorno e del nord Italia con l’obiettivo di rafforzare la presenza dei singoli territori sui mercati. E’ in quest’ottica – sottolinea l’esponente di Confindustria Reggio Calabria – che stiamo portando avanti lo stesso percorso di avvicinamento a Expo. Un appuntamento cruciale in cui tutti gli attori coinvolti, pubblici e privati, della nostra regione, dovranno impegnarsi al massimo per rilanciare le eccellenze culturali, enogastronomiche e paesaggistiche, di cui la Calabria abbonda. A cominciare dal bergamotto e dalla ‘nduja – conclude Nucera – fino ai Bronzi di Riace, autentici testimonials della cultura per il Mezzogiorno e alle bellezze naturali presenti in tutta la nostra regione”.