Palermo: reiterati atti intimidatori verso il palazzo di giustizia

Le intimidazioni riguardano lettere anonime che annunciano presenza di esplosivo

bnpalermo3Nuovo allarme sicurezza al palazzo di giustizia di Palermo. Una lettera anonima avrebbe annunciato la presenza di armi ed esplosivo nei luoghi frequentati abitualmente da alcuni magistrati e subito sono scattate le ricerche. La segnalazione è stata al centro del comitato provinciale per l’ordine a la sicurezza pubblica di ieri. Da mesi, missive anonime, confidenti e da ultimo il pentito Vito Galatolo annunciano attentati in preparazione contro i magistrati del capoluogo.Le rivelazioni contenute nell’anonimo sarebbero state in qualche modo confermate dalle dichiarazioni di un confidente degli investigatori che hanno attivato le ricerche nei luoghi segnalati. Secondo quanto si apprende, nell’anonimo non si farebbe riferimento a magistrati specifici, ma l’attenzione degli inquirenti sarebbe rivolta al pm Nino Di Matteo, da mesi vittima di pesanti intimidazioni mafiose. La vicenda è stata comunicata anche al procuratore generale Roberto Scarpinato che è responsabile della sicurezza del palazzo di giustizia e che ieri ha incontrato Di Matteo