‘Ndrangheta, presunto boss in aula a Torino: “non so cosa siano i locali, per me sono bar, discoteche…”

Bruno Iaria torino ndranghetaLocali di ‘ndrangheta? Per me i locali sono i bar, le discoteche, i ristoranti….non so di altri locali“. Parole pronunciate in aula a Torino da Bruno Iaria, considerato dalla procura torinese boss della ‘ndrangheta nel canavese e condannato in appello con il rito abbreviato a 13 anni e mezzo di carcere per associazione a delinquere di stampo mafioso. Iaria è stato ascoltato in aula nell’ambito del processo di appello del processo Minotauro, sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel torinese, che vede alla sbarra i 70 imputati che avevano scelto il rito ordinario. Interpellato su alcune dichiarazioni fatte nel corso del dibattimento dal pentito Nicodemo Ciccia ha detto: “Cosa intendo io per amici? Tutti quelli che conosco…non ho mai parlato a Nicodemo Ciccia del Crimine, né della ‘ndrangheta. Non so cosa sia il Crimine e non ho mai parlato delle regola della ‘ndrangheta perché non ne so nulla” ha ribadito.